Come ammorbidire la barba

come-ammorbidire-la-barba
ARTICOLI RECENTI
CATEGORIE

Barba lunga! Sì, ma come ammorbidire la barba?

Qualsiasi uomo barbuto, al momento della fatidica decisione di coltivare la peluria facciale che sfoggia con tanto orgoglio, si sarà sicuramente trovato a fare i conti con un annoso problema: il fastidio generato dalla crescita dei primi peli, che uscendo dai follicoli piliferi danno quel senso di prurito e di irritazione che è il primo e più grande scoglio che si frappone tra l’uomo glabro e una poderosa, virile barba.

Tuttavia, una volta oltrepassato l’ostacolo, la strada è in discesa, o quasi. Infatti, nonostante il fastidio più grosso, una volta cresciuta la barba, sia alle spalle, va scongiurato un secondo fattore di rischio: quello della barba crespa. Una barba dura, infatti, porta con sé innegabili fastidi, che possono però essere facilmente aggirati con delle semplici accortezze quotidiane.

Nessuno vuole negarsi il piacere di accarezzare una barba morbida e setosa, né quello di poter modellare la sua creatura tricotica nelle forme che più si confanno alla propria sensibilità; piaceri, quelli appena descritti, che sono negati a chi possieda una barba ispida e che, se vogliono essere sperimentati, richiedono l’apprendimento di alcune piccole e semplici dritte.

Quali sono le cause della barba ispida

Bisogna partire da un incontrovertibile dato di fatto: non esistono barbe naturalmente morbide. La logica conseguenza è davanti agli occhi di tutti: la responsabilità di una barba crespa è solo e soltanto del suo possessore, così come, al contrario, una barba morbida è merito della persona che di essa si prende cura.

Se la barba viene fatta crescere in modo selvaggio, senza un’adeguata attenzione al suo nutrimento e alla sua idratazione, diventerà dura, indomabile e fastidiosa. Al suo interno, infatti, si accumulano naturalmente peli strappati e frammenti di sporcizia esterni, quali polvere e pelle morta, che inficiano la crescita di un pelo sano, resistente e soprattutto morbido.

come ammorbidire la barba

Come ammorbidire la barba: la giusta routine e qualità dei prodotti

Routine per la cura della barba

Le attenzioni richieste non sono molte, ma abbisognano di un impegno costante. L’aspetto da tenere in maggiore considerazione è quello della pulizia: la barba va lavata dalle due alle tre volte a settimana, seguendo un procedimento che tiene conto delle sue caratteristiche e dei bisogni fisiologici della pelle.

Innanzi tutto, è necessario bagnarla con acqua tiepida, per renderla più docile e permettere di agire su di essa senza strapparla. I peli vanno alzati fino alla base, così da permettere il raggiungimento della pelle sottostante e l’eliminazione delle impurità che su di essa si accumulano.

Si passa dunque al risciacquo, che sarà seguito dalla pettinatura, processo volto a distendere i peli. Il senso di questa operazione è quello di evitarne l’aggrovigliamento e lo strappo dopo l’asciugatura. Arriva dunque il momento di passare al phon: la barba va asciugata a temperature mai troppo alte, poiché un calore eccessivo la farebbe diventare secca. Inoltre, in questa fase è opportuno modellare la barba per darle una forma regolare e distendere i peli che la compongono, sempre per evitare la loro rottura.

Infine, sarebbe opportuno utilizzare, anche quando non si lava, una buona spazzola con cui strofinare a secco la barba, per rimuovere le impurità che quotidianamente si depositano su di essa e che finiscono per renderla crespa. 

come ammorbidire la barba

Prodotti per ammorbidire la barba

Per svolgere al meglio le azioni appena descritte servono prodotti adeguati, primo su tutti uno shampoo apposito per barba, in grado di non danneggiare il ph della pelle del viso.

In fase di pettinatura, inoltre, è fortemente consigliato l’uso di un buon olio da barba, capace di ammorbidirla ulteriormente dopo il lavaggio e di aiutare il pettine a fare meglio il suo lavoro e a scongiurare il rischio di strappamento dei peli. Un buon olio, inoltre, così come un buon balsamo, continuano ad agire anche per molte ore dopo la loro applicazione, mantenendo la barba morbida e idratata. Per quanto riguarda il pettine, invece, si consigliano prodotti a denti larghi e possibilmente in legno.

 L’ingrediente segreto: il panno caldo, come e perché

Chiunque abbia frequentato una barberia avrà notato che il barbiere, prima di mettere mano alla barba del cliente, ci appoggia sopra un panno caldo. Il calore da esso sprigionato viene lasciato sul volto il tempo necessario per svolgere il suo lavoro: dilatare i pori, permettendo alla pelle di respirare e liberarsi dalle impurità e ammorbidire i peli per aiutare il processo di pettinatura e la regolazione a forbice o a lametta.

Questo procedimento può essere (ed è auspicabile che sia) replicato anche a casa, la vostra barba ne sarà grata!

Scopri di più su tutti i tipi di barba.

Se non ne hai abbastanza leggi qui di cosa parliamo quando parliamo di barba.


I servizi di Wood Barber