Home » Tagli » Capelli medi uomo, libertà allo stile

Troppo spesso, quando si tratta di acconciature uomo, si tende a dare per scontata l’esistenza di una rigorosa, manichea distinzione tra capelli corti e capelli lunghi, quasi non fosse prevista la possibilità di una via di mezzo. Forse, chi non contempla l’esistenza di lunghezze di capelli maschili intermedie, ignora il fatto che medietà non coincide affatto con mediocrità e che, al contrario, l’una sta all’opposto dell’altra.

capelli-medi-uomo

Capelli medi uomo, la dimesione della versatilità

Parliamo oggi di capelli medi uomo, nella speranza di contribuire a diffondere tra il popolo maschile la conoscenza degli indubbi vantaggi che essi possono far godere al loro portatore. In un mondo in cui versatilità e multitasking sono tra i valori più apprezzati, il capello medio giunge in miracoloso aiuto: la sua sorprendente capacità di mutare forma e adeguarsi alle più disparate acconciature che le molteplici e più disparate circostanze della vita possono richiedere, ne fanno la tipologia di capello perfetto tanto per l’uomo che non è mai stanco di sperimentare quanto per quello che ogni giorno si trova ad affrontare situazioni differenti e nuove sfide.

Si parla di capelli uomo medi quando la loro lunghezza è compresa tra i cinque e i dieci centimetri, di conseguenza quelli di lunghezza inferiore sono classificati come capelli corti e quelli di lunghezza superiore come capelli lunghi. Parlando di cura e manutenzione, più che sulla lunghezza è opportuno concentrarsi sulla qualità del capello: tanto per quello liscio quanto per quello mosso e riccio è raccomandato l’utilizzo, non più di tre o quattro volte la settimana, per non stressare i tessuti, di balsami e shampoo senza solfati, per una pulizia più delicata. In particolare, i capelli medi mossi uomo temono un nemico sopra ogni altro: l’effetto crespo, per difendersi dal quale è sempre opportuno badare alla temperatura – che non deve mai essere eccessiva – sia dell’acqua con cui vengono lavati che del del getto d’aria del phon con cui vengono asciugati.

Taglio capelli medi uomo: quali sono i migliori stili?

Si è parlato della straordinaria capacità di adattamento di questa tipologia di capello. È dunque giunto il momento di portare il discorso su un piano più concreto. Vi chiederete: qual è il perfetto taglio capelli medi uomo? Ma attenzione, posta così la domanda è mal formulata, dal momento che il capello medio si adegua con grande facilità alla maggior parte degli stili.

Non esiste, infatti, un solo taglio perfetto per gli uomini che scelgono la via intermedia tra la chioma lunga e quella corta, quindi, è più corretto interrogarsi su quali siano (al plurale!) i perfetti tagli di capelli medi uomo. Anche in questo caso, però, è opportuno distinguere le acconciature capelli medi uomo in base alla loro qualità. Per i capelli lisci, infatti, la scalatura costituisce un ottimo aiuto contro l’effetto piatto, donando alla chioma movimento e brio. Frange e righe centrali o laterali, invece, ben si attagliano a visi dai connotati spigolosi e affusolati. La riga laterale è particolarmente indicata al capello mosso che non vuole rinunciare ad un tocco di composta eleganza, che si fa più giocosa se accompagnata da sfumature laterali e da capelli medi mossi sulla parte superiore della testa. Gli amanti della tradizione si potranno orientare, senza alcun timore di sfigurare, sul più classico dei tagli Pompadour.

Per gli animi più ribelli, invece, una soluzione di semplice realizzazione e di garantito successo è quella di sfoggiare una chioma di capelli spettinati sopra e corti ai lati. In ambito di doppio taglio un’altra acconciatura capelli medi uomo molto efficace è la Faux Hawk, una cresta dalle dimensioni non esagerate accompagnata da capelli tenuti più corti sul lato. C’è poi chi ricerca una misteriosa e affascinante compostezza: costoro potranno tenere i loro capelli medi pettinati all’indietro e saranno a loro agio in qualsiasi circostanza.