barbiere a Padova

Il barbiere a Padova, come in tutto il resto del mondo, è una professione arcaica, nobile che per qualcuno arriva a toccare il concetto di vera e propria “Arte”.

Il mondo della barberia affonda le sue radici nella notte dei tempi. Dal barbiere a Padova come a Bari, oggi ci va l’uomo che ha bisogno di un taglio adatto al suo stile o colui che ha bisogno di una regolazione della barba.  I più però non sanno che un tempo il barbiere praticava anche chirurgia, salassi ed era anche dentista, per lo più per le estrazioni dei denti.

Il barbiere nella storia antica

Secondo alcuni studi, nelle piccole comunità paleolitiche, colui che tagliava i capelli era spesso sia di alto rango sociale sia legato alla religione locale.

I primi strumenti adibiti al taglio “pilifero” giunti fino a noi sono delle pietre aguzze di forma oblunga, ritrovate in alcune tombe egizie. Queste pietre sono le antiche progenitrici delle nostre forbici.

Solo in epoca romana l’uomo inizia ad affidarsi alle sapienti mani di una addetto al taglio di capelli e barba. Si tratta del Tonsor , uomo molto spesso ricco che usava una forfex in bronzo per accorciare le chiome capellute. Per la barba invece, dato che la moda dell’epoca era avere il volto glabro, si usavano rasoi a mezzaluna. Il taglio avveniva sempre a secco, o al massimo con un po d’acqua: era raro che il cliente non uscisse con il volto sfregiato e sanguinante. Lo scrittore latino Marziale ci lascia un passo molto significativo: “Le stimmate che io porto sul mento quante un grugno ne ostenta di lottatore in pensione, non mia moglie me l’ha fatte, folle di furore, con le sue unghie, ma il braccio scellerato d’Antioco e il suo ferraccio (…)”. Solo soldati e filosofi avevano il permesso di portare la barba lunga.

In realtà è nel Medioevo che il barbiere si trasforma nuovamente e da semplici tagliatore di barba/capelli diventano anche chirurghi: in alcuni racconti si parla di salassi, clisteri e barba/capelli. Solo nel 1745 le corporazioni dei medici e dei barbieri vengono separate.

barbiere Padova

Il barbiere a Padova durante le guerre mondiali

Durante la prima guerra mondiale i barbieri in guerra continuavano a tenere in ordine i loro clienti e compagni d’arme: è in questo periodo che nascono le prime cere per capelli e baffi, gli aftershave alcolici e prodotti di grooming simili a quelli che conosciamo noi. Nascono in periodo anche le prime tosatrici a mano, antesignane delle moderne macchinette tagliacapelli elettriche.

Con la seconda guerra mondiale il mestiere del barbiere diventa prerogativa degli aviatori della RAF che, tra un combattimento e una birra ad un club privato per piloti, si fanno sistemare i capelli a fianco dei loro velivoli dai barbieri del campo. Nasce la Brylcream, la prima vera cera per capelli, In pochi anni questo prodotto spopolerà in tutto l’occidente; è proprio grazie ad esso che iniziano ad essere richieste le pettinature più eccentriche: ciuffi ritorti, alte creste e lisciature estreme diventano il simbolo di una generazione.

Il barbiere contemporaneo oramai è un professionista del benessere maschile che opera in ambienti curati per far godere anche al maschio attimi di relax dallo stress della vita moderna. In questi ambienti è possibile scegliere tra una vastissima gamma di tagli e stili, prodotti e trattamenti.

Se stai cercando un barbiere a Padova sappi che Wood Barber Shop si trova a soli 5 min. da Padova centro, in una zona comoda anche ai servizi ferroviari e al centro di Vigonza (PD).

LINK UTILI:

Storia della barba